Profile

Layout

Menu Style

Cpanel
Mercoledì, 16 Aprile 2014 10:56

Fuga di cervelli: quando trovarli è meglio che perderli

Vota questo articolo
(8 Voti)
Si sente sempre più spesso parlare di “Fuga dei talenti” o “Fuga dei cervelli”, soprattutto con toni allarmistici e spesso confusi. Eppure, oggi come oggi, con un mercato del lavoro cosi globalizzato e internazionalizzato, passare un periodo all’estero è ormai la normalità. Ciò che rende preoccupante la “fuga” degli italiani all'estero non è tanto il numero dei nostri connazionali che fanno le valigie, quanto piuttosto il fatto che in pochi scelgono l'Italia come meta. Questa presentazione analizza il fenomeno sulla base dei (pochi e confusi) dati che vi sono a disposizione, soffermandosi sulle politiche migliori per attrarre cervelli “in fuga” e stranieri.

Si ringraziano Alessandro Rosina (U. Cattolica) per i commenti ed i suggerimenti ricevuti.

 
 
Sei qui: Home Presentazioni Fuga di cervelli: quando trovarli è meglio che perderli